martedì 3 febbraio 2015

L'Amministrazione NON risponde?


L'Amministrazione NON risponde?
Interpellate il Difensore regionale della Lombardia, Veloce, pratico e mooooolto Efficiente.

QUESTA http://goo.gl/Zu4pvp è l'istanza avanzata.
QUESTA http://goo.gl/0K5MdE è la risposta che ha inviato direttamente al Sindaco :D

BUONA lettura (y)

Difensore Civico Regionale Rif : N° 3.1.5.1/12 Pratica N° 201500108

Milano, 03/02/2015

Prot. n. 0000545 AS/CP    
3.1.5.1/12     201500108
3.4.1.1/1     201500105

(riferimenti da riportare in ogni comunicazione)

Sig. Lucio FOIS
Sindaco
COMUNE DI SENAGO
Via XXIV Maggio n. 1
20030 SENAGO (MI)

e p.c.
Sig. Luigi PICCIRILLO

OGGETTO: Osservazioni al PGT - mancata risposta - Comune di Senago (MI).

In data 29 gennaio 2015, prot. 0000461, si è rivolto allo scrivente Ufficio il Sig. Luigi PICCIRILLO per lamentare le mancate risposte a numerose richieste presentate a codesto Comune (all.1).

A tale proposito, si rammenta che l’articolo 118 della Costituzione afferma che le istituzioni devono "favorire l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale", ciò significa che le amministrazioni, da pochi anni a questa parte, non hanno più il 'monopolio' della tutela dell'interesse pubblico: i cittadini sono chiamati ad uscire da un ruolo passivo, semplici utenti di servizi, per occuparsi concretamente della cosa pubblica.

Essere cittadini attivi significa quindi essere 'alleati' con le istituzioni nel prendersi cura dei beni comuni.

Un nuovo modello, quindi, di amministrazione condivisa, basato sulla collaborazione, che riconosce ai cittadini un ruolo attivo nel perseguimento dell'interesse generale.

In questo quadro è bene precisare che gli obblighi di trasparenza della P.A., non legittimano i cittadini, singoli o associati, a tenere comportamenti atti ad un “controllo generalizzato” del suo operato al solo fine, quindi, di stabilire se l'esercizio dell'attività amministrativa possa ritenersi svolto secondo i canoni di trasparenza; ciò in quanto l'interesse a “conoscere” deve essere comparato con altri interessi rilevanti, tra cui, in primis, quello dell'Amministrazione a non subire eccessivi intralci nella propria attività gestoria, garantita anche a livello costituzionale.

Ciò premesso, si invita codesta Amministrazione ad informare lo scrivente Ufficio circa l’esito che intende dare alle richieste formulate dall’istante.

Cordiali saluti.

LA DIRIGENTE DELL' UFFICIO
(dott.ssa Francesca Bertolami)




Nessun commento:

Posta un commento